Home Misteri Ufologia Mitologia Sumera. Gli Anunnaki

Nella mitologia dei Sumeri e in tempi più prossimi a noi degli assiro-babilonesi, la parola Anunna (Gli dei che scesero dal cielo sulla terra) trasformato nella lingua degli Accadi in Anunnaki/Anunnaku, designa l'insieme degli dèi sumeri.

La leggenda vuole che fossero costituiti in una gerarchia, al cui vertice si trovava An, dio del cielo.

Questo ordinamento si componeva dei sette eccelsi, di cui facevano parte i quattro fondamentali dei creatori (An, Enlil, Enki, Ninhursag), con l'aggiunta di Inanna, Utu e Nanna e di 50 dei, meno importanti, detti anche Igigi.

Per Zecharia Sitchin, il famoso ricercatore morto due anni fa, gli Anunnaki sarebbero degli alieni originari del pianeta Nibiru, facente parte del nostro sistema solare.

La sua teoria sostiene che gli anunnaki avrebbero svolto una parte determinante nella rapida evoluzione della civiltà umana e in special modo di quella dei sumeri. “Questi dei” giunti da Nibiru, sarebbero sbarcati sul nostro pianeta per utilizzare alcuni minerali di cui necessitavano.

Nel momento in cui Nibiru si trovò a toccare il punto dell’orbita più vicino alla Terra fu deciso un primo sbarco sulla superficie.

La squadra di sbarco era comandata da Enki, un dio che si trova citato molto spesso nella mitologia dei Sumeri. Le zone scelte per l’approdo furono, la Valle dell'Indo, la Valle del Nilo e la Mesopotamia.

Molti furono i giudizi negativi mossi a Sitchin. La più importante fu quella di aver costruito la sua speculazione sulla traduzione sbagliata sia di parole separate dal contesto, sia di pezzi di contenuto.

Nel periodo in cui Sitchin sviluppò la sua teoria e divulgò i primi testi, il Sumero era una lingua allora poco comprensibile e conosciuta solo da una ristretta schiera di studiosi.

Solo dopo che venne dato alle stampe il Sumerian Lexicon, si è potuto analizzare e verificare scientificamente le sue traduzioni. 

alt

Share