Home Misteri della Storia

Share

Share

Share

Da Mosca ci giunge una notizia che presenta i connotati del giallo. Due fisici russi, marito e moglie, sono stati barbaramente assassinati la notte scorsa da terroristi a Neitrina, borgo alle pendici dell'Elbrus nella Repubblica caucasica russa di Cabardino-Balcaria, sede da più di un anno di attentati e scontri quasi giornalieri tra dissidenti e forze dell'ordine.

La notizia è della Interfax.

Dzhamal Guliyev, capo ingegnere del laboratorio di Baksan-Neitrina e sua moglie Marina Kozhemyakina sono stati trovati cadaveri nella loro abitazione nella serata di ieri. I loro corpi mostravano lesioni da arma da fuoco.

L'osservatorio di fisica di Neitrina, concepito e progettato dal fisico italiano Bruno Pontecorvo e inaugurato nel 1977, dipende dall'Istituto di ricerche nucleari dell'Accademia russa delle scienze.

Durante il periodo sovietico fu sede di esperimenti nucleari.

E’ davvero misterioso questo omicidio. Sembra alquanto improbabile che dei biechi terroristi uccidano così casualmente due fisici, impegnati in ricerche e esperimenti sui neutrini. Ho dei seri dubbi su chi abbia commesso e sia il mandante dell’omicidio. Avevano forse scoperto qualcosa sui neutrini che non doveva essere divulgato? Staremo a vedere.

Share

Share
Altri articoli...